PHOTOGRAPHER & BLOGGER

Follow Me

Home » La magia di Rocca Calascio

La magia di Rocca Calascio

Spread the love

Oggi vi porto con me in un posto a dir poco magico… Talmente magico da essere stato scelto per grandi set cinematografici, tra cui i film: LadyHawke, Il Viaggio della Sposa, Padre Pio, Il Nome della Rosa, L’orizzonte degli eventi. Un posto in provincia dell’Aquila che lascia senza fiato.

Regalatevi l’emozione di camminare tra le stradine del borgo di Calascio e raggiungete poi il castello lungo un percorso che vi farà vivere l’avventura di un viaggio indietro nel tempo. Un viaggio nell’età di mezzo, un viaggio nel Medioevo.

Rocca Calascio è davvero uno dei posti tra i più suggestivi d’Abruzzo ed è una delle fortificazioni più alte d’Italia. Con i suoi 1640m s.l.m. domina la Valle del Tirino e l’altopiano di Navelli.

Chiesa di Santa Maria della Pietà, Rocca Calascio

UN PO’ DI STORIA

La struttura originaria riportata nel primo documento storico nell’anno 1380 era costituita da un torrione isolato di forma quadrangolare a pietre già squadrate ed aveva funzione di torre d’avvistamento.

La struttura venne rafforzata solo nel XV secolo da Re Ferdinando ad Antonio Todeschini della famiglia Piccolomini che rafforzò la fortificazione dotandola di una cerchia muraria in ciottolame e quattro torri di forma cilindrica ad uso militare. A seguito della fortificazione ci fu un incremento economico poiché posta a controllo dei capi di pecore coinvolti nella transumanza sulla direttrice del regio tratturo per Foggia, ed ai suoi piedi si sviluppò un piccolo borgo, a sua volta cinto da mura.

Nel 1703 venne devastata da un violento terremoto in seguito al quale l’area più alta del borgo venne abbandonata e buona parte della popolazione si trasferì nel vicino paese di Calascio, la cui nascita è collegata alla distruzione della rocca.

Ben conservata è la chiesa ottagonale della Madonna della Pietà, costruita nel 1451, sul luogo dove, secondo la leggenda, la popolazione ebbe la meglio su una banda di Briganti. 

Nel XX secolo anche le ultime famiglie rimaste abbandonarono il borgo e la rocca rimase disabitata. Sul finire del secolo però, anche sull’onda del successo derivato dall’ambientazione di alcuni film (su tutti LadyHawke del 1985), alcune abitazioni sono state recuperate ed altre sono state convertite a strutture ricettive; il castello, inoltre, ha subito un importante operazione di restauro e consolidamento ed è oggi una delle principali attrazioni turistiche della zona.

ORARI DI APERTURA DEL CASTELLO

  • Agosto: tutti i giorni dalle ore 10:00 alle ore 18:00
  • Settembre: tutti i sabati e le domeniche dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
  • Ottobre: domenica 04 e 11 dalle ore 10:00 alle ore 18:00. L’ingresso al castello è gratuito.

Per il percorso accompagnato al Castello con visita della Torre il costo del biglietto è € 2,00. La gestione del servizio è a cura della Cooperativa di Comunità Calascio. I biglietti sono acquistabili in loco.

Nei mesi restanti è possibile comunque recarsi sul posto e visitare il castello nelle sue parti esterne.

COME RAGGIUNGERE ROCCA CALASCIO

Rocca Calascio è visitabile tutto l’anno e se si arriva da fuori città avere un mezzo proprio è l’ideale. 

Dall’autostrada A24 (Roma-Teramo) uscire a L’Aquila Est e seguire le indicazioni per Sulmona. Superato Poggio Picenze, prendere a sinistra per Barisciano. Superato il paese proseguire per S. Stefano di Sessanio e poi Calascio. Raggiungere la parte alta del paese seguendo le indicazioni per la Rocca e parcheggiare accanto ad un fontanile.

Da lì si può arrivare al Castello utilizzando il servizio navetta (Il Costo dei biglietti è di € 4,00 per adulti ed € 2,00 per i bambini di età inferiore ai 10 anni) oppure seguendo il sentiero che passa per le vecchie mura e per le case diroccate del paesino abbandonato, arriverete in circa mezz’ora al castello.

Informazioni per il trekking

Se invece siete amanti del trekking e volete vivere un’esperienza davvero unica ed immersi nella natura incontaminata, potete raggiungere il Castello attraverso un bellissimo percorso definito: 

L’ ANELLO DI SANTO STEFANO DI SESSANIO, CALASCIO, CASTELVECCHIO CALVISIO. 

In questo caso bisogna arrivare in macchina al borgo di Santo Stefano di Sessanio.

INIZIO PERCORSO: Stefano di Sessanio 1251m s.l.m. TEMPO DI PERCORRENZA: 3 ore e 30 minuti. DIFFICOLTA’: E – Escursionismo. DISLIVELLO: 590m. SEGNAVIA: Segnato (bianco – rosso)

Periodo consigliato da Aprile a Novembre. Importante avere scarponcini da trekking ed abbigliamento adatto ad escursioni in montagna.

DOVE MANGIARE

A circa 0.2 km da Rocca Calascio trovate il RIFUGIO DELLA ROCCA Albergo Diffuso, Ristorante e Bar. Un ristorantino con ambientazione tipica e semplice dove poter gustare piatti tipici. Ottimo rapporto qualità – prezzo a due passi dalla rocca.

Ci sono poi altri ristorantini e pizzerie un po’ più distanti dalla Rocca come Ristorante Pizzeria Da Maria oppure per un pranzo o una cena in un locale intimo ed unico nel suo genere, potete scegliere L’Elisir Del Poeta.

DOVE DORMIRE

Se avete a disposizione due o più giorni dormire nel RIFUGIO DELLA ROCCA è l’ideale. Il Rifugio Della Rocca come descritto nella sezione “dove mangiare” è un Albergo Diffuso, Ristorante e Bar situato a Rocca Calascio sotto l’antica torre.

Le camere sono state recuperate restaurando gli antichi ruderi del borgo quindi un posto unico nel suo genere. Un altro posto tipico e speciale per trascorrere una o più notti è il SEXTANTIO ALBERGO DIFFUSO questo però è situato nel Borgo di Santo Stefano di Sessanio poco distante da Calascio.

CURIOSITA’

E’ stata realizzata inizialmente nell’ambito di un progetto culturale di promozione turistica del cratere aquilano dopo il sisma del 2009, OPERA PARLA… un’applicazione che permette la visita guidata all’interno dei centri storici di quattro splendidi borghi abruzzesi, veri e propri musei all’aperto: OperaParla “Voci e Storia del Paese”. A questo progetto ha aderito anche Calascio quindi ad oggi è possibile percorrere il centro storico incontrando le voci narranti che riscostruiscono le storie del luogo e dei suoi personaggi. Per la realizzazione degli audio è stata fondamentale la partecipazione delle associazioni locali, che si sono prestate anche a sceneggiare alcuni dialoghi che si alternavano alla guida narrata.

Se avete la possibilità di scegliere in quale ora della giornata andare a visitare Rocca Calascio allora senza alcun dubbio scegliete di andare quando tramonta il sole.

Paolo Coelho scrisse che i tramonti più belli hanno bisogno di cieli nuvolosi.

Sono fermamente convinta che Rocca Calascio sia uno di quei posti che riesce a regalare tramonti meravigliosi sotto qualunque cielo. Provare per credere.

Sara Centi – @blonde_traveling


Spread the love

Lascia un commento